Contattaci
Avvisi
F.A.Q.
Richiedi informazioni





Utilizzando questo form autorizzo il trattamento e la gestione dei miei dati personali su questo sito.

Presepe vivente 2018: qualche prezioso dettaglio!

Il 19 dicembre, per le strade di San Giovanni in Marignano, come ogni anno, è stata allestita una composizione di scene legate al Natale lungo le vie del centro. Musica, canti, luci e rappresentazioni si sono susseguite in un “crescendo” emozionale che è colmato nella rappresentazione della Natività.

Il momento del Presepe Vivente, come ribadiamo spesso, è prezioso per la nostra scuola. Non solo per quello che riguarda l’argomento religioso, che naturalmente è radicato nel profondo della nostra sensibilità, ma anche perché si tratta di un’occasione speciale di collaborazione e supporto trasversale. Ragazzi, insegnanti e genitori hanno interagito strettamente per far vivere alla nostra città la vera atmosfera del Natale.

Il momento dei più piccoli

Partecipano all’allestimento dell’evento tutti i poli scolastici.  La scuola dell’infanzia ha dato vita ad un emozionante pomeriggio dedicato ai più piccoli.

Dono e attesa sono state  le parole chiave per preparare i bambini della scuola dell’infanzia ad accogliere Gesù.

I genitori dei nostri bimbi hanno allestito il percorso e il giardino in cui si è svolta la festa dei più piccoli, il giorno 19 dicembre. Alcuni di essi infatti, hanno partecipato attivamente ad alcuni laboratori all’interno della scuola per preparare gli allestimenti.

Le maestre hanno creato un vero e proprio percorso a tappe: per prima cosa si sono fermati nella chiesa delle suore per un saluto e una preghiera a Gesù. In questa occasione, sono stati lasciati dei doni alla Caritas parrocchiale portati dai bimbi stessi. Abbiamo già raccontato in un altro articolo come anche l’albero di Natale sia stato pensato come un “dono” per le famiglie meno fortunate.

Il nostro parroco Don Piero ha ringraziato in quest’occasione tutte le famiglie presenti.

Poi i bimbi, con una piccola lanterna in mano, sono usciti e si sono incamminati nel percorso che li ha portati nel giardino della scuola, dove hanno cantato e recitato poesie per festeggiare Gesù.

Alla fine, con le lanterne, è stato creato un grande cuore, servito a rappresentare il nostro, illuminato dalla presenza del nostro Dio Bambino.

Il presepe vivente: i sorrisi e la festa

Abbiamo catturato con immagini qualche sorriso, qualche dettaglio. Il nostro desiderio è questo: vorremmo che esse  raccontassero come sia i genitori che i ragazzi della scuola abbiano vissuto questa esperienza. Ci sono stati figuranti bambini, figuranti genitori, figuranti nonni…tutti con l’intento comune di nutrire un senso di condivisione prezioso per vivere intensamente questi giorni importanti.

Ogni anno questa ricorrenza si tramuta in festa. Costumi, musiche, parole e sentimenti si fondono in un “sentire” che va oltre il materiale. Il cuore accoglie Gesù e lo sente con gesti che ogni anno si ripetono, ma che ricorrono con rinnovato stupore, per accogliere la sacra Nascita.